Crea sito

LEZIONE 15: STAGIONI, MESI, GIORNI

Le stagioni

Die JAHRESZEIT, - EN = la stagione

Die JAHRESZEITEN = le stagioni

La parola "Jahreszeit" è formata da "JAHR" (anno) + "ZEIT" (tempo).

Das JAHR, -E = anno

A differenza dell’italiano, in tedesco tutte le stagioni sono maschili, e sono:

1) Der Frühling = la primavera
2) Der Sommer =  l’estate
3) Der Herbst = l’autunno
4) Der Winter = l’inverno

Sono precedute dalla preposizione: IN + DEM (contratta in IM):

Im Frühling =  In primavera
Im Sommer = In estate

Essendo sostantivi, devono essere scritte sempre con la lettera MAIUSCOLA.

L'accento cade sempre sulla prima sillaba.

I mesi

Der MONAT, - E = il mese

Die MONATE = i mesi  (l'accento va sulla "a", sia al singolare che al plurale)

Anche i mesi, in tedesco, sono tutti maschili e sono (l'accento cade sulla prima sillaba, salvo le eccezioni indicate):

Januar = Gennaio
Februar = Febbraio
März =  Marzo
April = Aprile    (l'accento va sulla "i")
Mai = Maggio
Juni = Giugno
Juli = Luglio
August = Agosto      (l'accento va sull'ultima "u")
September = Settembre
Oktober = Ottobre
November = Novembre          (la "v" si pronuncia come in italiano)
Dezember = Dicembre

Sono preceduti anch’essi dalla preposizione IN + DEM (IM):

Im Mai  = A maggio
Im August  =  Ad agosto

Anch'essi si scrivono sempre con la lettera MAIUSCOLA.

I giorni della settimana

DIE WOCHE, N = la settimana

"I giorni della settimana", in tedesco, può essere detto:

Die Tage der Woche

Oppure, più utilizzato:

Die Wochentage 

Anche per quanto riguarda i giorni della settimana, in tedesco sono tutti maschili, perché finiscono per “Tag” (giorno), che è un sostantivo maschile. Si precisa infatti che i sostantivi composti prendono il genere dell’ultima parola da cui sono formati (vedi lezione 16: SOSTANTIVI COMPOSTI). L’unico giorno che non finisce per TAG è “MITTWOCH” (mercoledì) che tuttavia è anch’esso maschile.

Montag =  Lunedì
Dienstag = Martedì
Mittwoch = Mercoledì
Donnerstag = Giovedì
Freitag = Venerdì
Samstag = Sabato
Sonntag = Domenica

Anch'essi sono scritti sempre con la lettera MAIUSCOLA.

Sono preceduti dalla preposizione “AN+ DEM”(AM):

Am Montag  = Il lunedì, di lunedì
Am Mittwoch = Il mercoledì, di mercoledì

Der TAG, -E = giorno

Attenzione

Si osservino le seguenti frasi:

Am Sonntag gehe ich Fahrrad = domenica vado in bicicletta

Sonntags gehe ich Fahrrad = la domenica vado in bicicletta

La prima frase intende dire che "questa domenica (e poi basta) andrò in bicicletta". La seconda frase intende dire che "tutte le domeniche ho l'abitudine di andare in bicicletta".

Quando si parla di un'azione compiuta sempre lo stesso giorno della settimana, si deve aggiungere una -s al nome del giorno e omettere AM.

Montags ist der Supermarkt geschlossen = il lunedì il supermercato è chiuso

Sonntags habe ich Ferien = la domenica sono in vacanza

In più, il giorno della settimana, divenendo avverbio, non si scrive più con la lettera maiuscola come invece accade quando è sostantivo:

Am Mittwoch gehe ich Schwimmen = Il mercoledì vado a nuotare

Ich spiele nur samstags = Gioco solo di sabato

DAS WOCHENENDE = fine settimana

E' una parola formata da "WOCHE" (settimana) + "ENDE" (fine).

Das ENDE = la fine

I momenti della giornata

Anche i momenti della giornata sono introdotti dalla preposizione "AM" (AN + DEM):

Am Morgen = al mattino

Am Mittag = a mezzogiorno

Am Nachmittag = di pomeriggio

Am Abend = alla sera/ la sera

Solo "NACHT" vuole essere preceduto da "BEI", e più raramente da "IN DER":

Bei Nacht = di notte

In der Nacht (più raro) = di notte, nella notte

Perciò si dice anche:

Am Freitag Morgen / Am Freitagmorgen = venerdì mattina

Am Samstag Abend / Am Samstagabend = sabato sera

Ma si dice:

Freitag Nacht = venerdì notte

Samstag Nacht = sabato notte

Come si può vedere, quando "NACHT" è accompagnato a un giorno della settimana, la preposizione "BEI" non si usa più.

Piccolo vocabolario

In questo paragrafo saranno introdotti alcuni argomenti che verranno spiegati in dettaglio nelle lezioni successive.

Der KALENDER, - = calendario (l'accento è sulla prima E)

Da questa parola deriva:

Der TERMINKALENDER, - = agenda (l'accento è sulla I)

Notare la domanda:

Welcher Tag ist heute? = Che giorno è oggi?

Oppure:

Den Wievielten haben wir heute? = Quanti ne abbiamo oggi?

A cui si risponde, per esempio:

Heute ist Sonntag = Oggi è domenica

Oppure:

Schau auf den Kalender! = guarda sul calendario

Schau den Kalender an! = guarda il calendario/ dai un'occhiata al calendario

Schau in deinem Kalendar! = guarda nel tuo calendario

Schau in deinem Kalendar nach! = controlla/cerca nel tuo calendario

Oppure:

Schlag im (= in dem) Kalender nach! = consulta il calendario

In queste due risposte sono stati utilizzati tre verbi particolari, che sono entrambi COMPOSTI:

- ANSCHAUEN: derivato da AN + SCHAUEN

- NACHSCHAUEN: derivato da NACH + SCHAUEN

- NACHSCHLAGEN: derivato da NACH + SCHLAGEN

SCHAUEN

Significa "guardare" ed è un verbo TRANSITIVO regolare (DEBOLE).

PRESENTE INDICATIVO

ich schaue
du schaust
er/sie/es schaut
wir schauen
ihr schaut
sie/Sie schauen

ESEMPIO:

Ich schaue heute einen Film Oggi guardo un film

A volte, quando coniugato all'imperativo, "SCHAUEN" è seguito da "MAL" (un po'):

Schau! = Guarda!

Schau malGuarda (un po')!

"SCHAUEN" si trova preceduto spesso dalla particella "AN" per formare il verbo ANSCHAUEN. Rimane un verbo transitivo e con lo stesso significato: "AN", infatti, non ne cambia il significato ma lo rafforza. 

Bitte, schauen Sie den Film an!Prego, guardi il film!

O, come nell'esempio soprastante:

Schau den Kalender an! guarda/dai un'occhiata al calendario

- "Guardare verso": "(AN)SCHAUEN" seguito da "ZU" + DATIVO

- "Guardare fuori": "(AN)SCHAUEN" seguito da "AUS" + DATIVO

Esempi:

Ich schaue gerade zur (= zu der) Tür (an) = Sto guardando verso la porta

Schau aus dem Fenster (an)! = guarda fuori dalla finestra

A quest'ultima espressione si può aggiungere "raus" che è un altro modo per dire "hinaus = fuori ".

Schau aus dem Fenster raus= guarda fuori dalla finestra

Al posto di "anschauen" può essere usato un altro verbo TRANSITIVO che è "ansehen" (formato da AN + SEHEN).

NACHSCHAUEN

Preceduto da NACH (dopo), SCHAUEN cambia il suo significato, e diventa "controllare, consultare, cercare".

NACHSCHLAGEN 

Anche questo è un verbo COMPOSTO (da NACH + SCHLAGEN), ma è irregolare (FORTE).

"Schlagen" significare letteralmente "battere". NACHSCHLAGEN vuol dire anch'esso "consultare, cercare".

PRESENTE INDICATIVO:

ich schlage
du schlägst
er schlägt 
wir schlagen
ihr schlagt 
sie schlagen

NACHSCHLAGEN vuole essere seguito anch'esso da "IN" + DATIVO:

Schlag in deinem Terminkalender nach! Consulta la tua agenda

Si vada alla lezione 43 (VERBI COMPOSTI) per saperne di più sulla particella separabile "AN" e sulla particella separabile "NACH" che precedono alcuni verbi.

N.B.

Si noti l'espressione:

Welcher Tag ist heute? = Che giorno è oggi?

Esempio di come si risponde:

Heute ist der 21 August 2014 = Oggi è il 21 agosto 2014

Heute ist der einundzwanzigste August zweitausendvierzehn = Oggi è il ventuno agosto duemilaquattordici

Per saperne di più, si guardi la lezione 46: NUMERI ORDINALI.

Si vada all'appendice ESERCIZI SU STAGIONI, MESI, GIORNI per esercitarsi su quanto appena appreso.