LEZIONE 50: I PRONOMI POSSESSIVI

Nella lezione precedente sono stati spiegati gli AGGETTIVI POSSESSIVI in tedesco:

mio/a = mein/e

tuo/a = dein/e

ecc.

Si consiglia pertanto di studiare la lezione precedente prima di leggere a proposito di questa, poiché in questa lezione saranno spiegate delle nozioni fondamentali a complemento di quelle fornite nella suddetta lezione.

Infatti, allo stesso modo in cui esistono gli aggettivi possessivi, in grammatica esistono anche pronomi possessivi, ossia pronomi che sostituiscono aggettivo possessivo + sostantivo.

Questo è il mio zaino   (aggettivo + sostantivo)

Questo zaino è mio/il mio     (pronome)

I pronomi possessivi derivano perciò dagli AGGETTIVI POSSESSIVI (hanno la stessa radice) ma mentre questi ultimi si declinano in tedesco come ARTICOLI INDETERMINATIVI, i pronomi possessivi si declinano come gli ARTICOLI DETERMINATIVI.

Si prenda come esempio il pronome possessivo che deriva dall'aggettivo MEIN (mio): MEINER.

                                        MASCH                FEMM            NEU                PLUR

N             mein-                 er                           e                   s                       e

D                                         em                          er                em                     en

A                                          en                           e                   s                        e  

Ovviamente, non è presente la forma al GENITIVO.

Come si può vedere, le desinenze che assumono i pronomi possessivi sono le stesse degli articoli determinativi, con la sola eccezione che al posto della desinenza -ES al neutro singolare (nominativo e accusativo) si usa la desinenza -S.

Si guardi invece come si declina l'aggettivo possessivo MEIN:

                                 MASCH                FEMM                NEU              PLUR

N          mein-                   -                           e                       -                     e

D                                        em                       er                     em                 en

A                                        en                         e                        -                     e

I casi NOMINATIVO (maschile e neutro) e ACCUSATIVO (neutro) sono diversi rispetto alla declinazione del pronome possessivo, appunto perché - ricordiamolo - l'aggettivo segue la declinazione degli articoli indeterminativi mentre il pronome quella degli articoli determinativi.

Solo al plurale aggettivi e pronomi possessivi hanno le stesse desinenze, perché al plurale anche gli aggettivi possessivi prendono le desinenze degli ARTICOLI DETERMINATI, non esistendo il plurale degli articoli indeterminativi

Si guardi ora questo esempio:                                 

Wessen Buch ist das? = Di chi è questo libro?

Es ist mein Buch = E' il mio libro

Es ist meins! = E' il mio/ mio!

"BUCH" è infatti un sostantivo NEUTRO:

das Buch = il libro

Solo con il pronome possessivo "ihr" - e solamente in quel caso - si può aggiungere - ES per ragioni eufoniche:

Es ist ihr Buch = E' il suo (di lei) /loro libro

Es ist ihr(e)s= E' il suo (di lei) / è il loro

Nella frase precedente, "BUCH" esprime il soggetto, quindi il suo caso è il NOMINATIVO. Il pronome possessivo (come pure l'aggettivo possessivo) prende la desinenza relativa al genere, al numero e al caso del sostantivo a cui si riferisce (nell'esempio soprastante è quindi neutro singolare nel caso nominativo):

Meins = il mio/ mio

Ihr(e)s = il suo (di lei) / il loro/ suo/ loro

Vediamo un altro esempio:

Wo ist mein Bleistift? = Dov'è il mio lapis?     (sostantivo maschile singolare)

Nimm meinen = Prendi il mio   

Nella frase soprastante il pronome è declinato nel caso ACCUSATIVO, retto da "Nimm = prendi ", perciò la desinenza deve essere quella del MASCHILE SINGOLARE nel caso ACCUSATIVO.

Molto meno utilizzate sono le forme che prevedono:

1) articolo determinativo + pronome possessivo declinato come un aggettivo attributivo:

Es ist das meine! = E' il mio!

Dal momento che il pronome possessivo è preceduto da un articolo DETERMINATIVO (das), deve prendere le desinenze degli aggettivi attributivi preceduti da articoli determinativi spiegata nella lezione 38 (declinazione debole degli aggettivi):

                             MASCH               FEMM                  NEU                   PLUR

N                            - e                       - e                      -e                    - en

G                          -en                     -en                    -en                   - en

D                           - en                     -en                     -en                    -en

                         -en                      - e                     - e                     -en

2) articolo determinativo + pronome possessivo con IG, declinato come un aggettivo attributivo (sempre secondo la declinazione debole).

Es ist das meinige! = E' il mio!

Le desinenze sono quindi le stesse del caso 1.

I pronomi possessivi, siano essi preceduti da articolo o no, traducono sia l'espressione "mio" che "il mio""tuo" e "il tuo" ecc. senza che sia necessario anteporvi l'articolo determinativo.

Altri esempi:

Die Puppe ist meine = la bambola è mia/ la mia

Der Regenschirm ist meiner = l'ombrello è mio/ il mio

Per dire invece "Un/a.... mio/a" si dice:

ein/eine.......von mir = Un/una..... mia

Esempio:

Eine Freundin von mir = Un'amica mia /Una mia amica

La formula è quindi:

ARTICOLO INDETERMINATIVO + cosa posseduta + VON + pronome personale al DATIVO

Nella lezione precedente (lezione 48: GENITIVO SASSONE) è stato infatti spiegato che a volte il complemento di specificazione può essere introdotto dalla preposizione VON (di). VON regge il caso DATIVO, quindi i pronomi personali devono essere declinati in questo caso (la declinazione dei pronomi è stata spiegata nella lezione 40: PRONOMI PERSONALI COMPLEMENTO).

Piccolo trucco

Se, nella lingua parlata, non si ricordano quali sono i pronomi possessivi e come si declinano, si può aggirare il problema utilizzando il verbo GEHÖREN + dativo = appartenere a...

Una facilitazione in più è che è un verbo REGOLARE, infatti si coniuga in questo modo al presente indicativo:

Ich gehöre
du gehörst
er/sie/es gehört
wir gehören
ihr gehört
sie/Sie gehören

Quindi, al posto di:

Das ist meins = Questo è mio/ il mio

si può dire:

Das gehört mir = Questo appartiene a me