Crea sito

LEZIONE 17: PRONOMI PERSONALI (2a parte)

Nella lezione 3 (PRONOMI PERSONALI 1) sono stati introdotti i pronomi personali SOGGETTO usati in tedesco. In questa lezione, invece, saranno spiegati i pronomi personali COMPLEMENTO OGGETTO e COMPLEMENTO DI TERMINE, insieme a I PRONOMI RIFLESSIVI.

In ogni grammatica esistono pronomi personali soggetto (io, tu, egli, noi, voi essi) e pronomi personali complemento.

In italiano i pronomi che esprimono il COMPLEMENTO OGGETTO possono essere pronomi TONICI oppure pronomi complemento DIRETTO:

TONICI: me, te, lui, lei, noi, voi, loro/essi

COMPL. DIRETTO: mi, ti, lo, la, ci, vi, li, le

ES. Io vedo lui / io lo vedo

Allo stesso modo, quelli che esprimono il COMPLEMENTO DI TERMINE possono essere in forma TONICA, preceduti dalla preposizione A, o in forma di pronomi COMPLEMENTO INDIRETTO:

TONICI: a me, a te, a lui, a lei, a noi, a voi, a loro/essi

COMPL. INDIRETTO: mi, ti, gli, le, ci, vi, loro

ES. Io parlo a lui / io gli parlo

In tedesco, i pronomi TONICI non esistono.

Esistono invece i pronomi COMPLEMENTO DIRETTO e COMPLEMENTO INDIRETTO, che esprimono rispettivamente il complemento oggetto e il complemento di termine. Dal momento che il complemento oggetto, in tedesco, è espresso attraverso il caso ACCUSATIVO e il complemento di termine attraverso il caso DATIVO, per esprimere questi due complementi occorrerà DECLINARE i pronomi personali SOGGETTO in questi due casi.

Si ricorda innanzitutto quali sono i pronomi personali SOGGETTO (che fungono anche da predicato nominale):

ICH = Io                   

DU  = Tu

ER = Egli

SIE  = Ella

ES = Esso/a 

WIR = Noi

IHR = Voi

SIE = Essi/Esse ( o pronome di cortesia)

Il pronome di cortesia, come già spiegato nelle lezioni precedenti, quando scritto in corsivo ha la lettera iniziale MAIUSCOLA, per non confonderlo con la 3a persona femminile singolare e con la 3a plurale.

sie / Sie

PRONOMI PERSONALI COMPLEMENTO OGGETTO (DIRETTO)

Devono essere declinati nel caso ACCUSATIVO, e perciò diventano:

MICH = me, mi

DICH = te, ti

IHN = lui, lo

SIE = lei, la   (è uguale al pronome soggetto)

ES = esso/a, lo, la (è uguale al pronome soggetto)

UNS = noi, ci

EUCH = voi, vi

SIE = essi /esse, loro, lei (pronome di cortesia), li, le, la (pronome di cortesia) → è uguale al pronome soggetto

Si vedano gli esempi:

Ich sehe dich = Io ti vedo/ io vedo te

Du siehst mich = Tu mi vedi / tu vedi me)

PRONOMI PERSONALI COMPLEMENTO DI TERMINE (INDIRETTO)

Devono essere declinati nel caso DATIVO:

MIR = a me, mi

DIR = a te, ti

IHM = a lui, gli   

IHR = a lei, le            

IHM = a esso, a essa, gli, le (neutro)

UNS = a noi, ci

EUCH = a voi, vi

IHNEN = a loro, loro (corrisponde anche al pronome di cortesia)

N.B.

La posizione che questi pronomi (complemento oggetto e complemento di termine) occupano all'interno della frase è DOPO il verbo, e non tra soggetto e verbo come in italiano.

Si osservi il seguente esempio:

Ich gebe dir mein Buch = io ti do il mio libro

Attenzione!

Il pronome di cortesia "Sie" è scritto MAIUSCOLO anche quando declinato all'accusativo e al dativo:

Ich sehe Sie besorgt = La vedo preoccupato/a

Wie geht es Ihnen? = Come sta?

Invece, quando esprime la 3a personale plurale, si scrive sempre MINUSCOLO:

Wie geht es ihnen? = Come stanno?

"SIE" si scrive minuscolo anche quando esprime la 3a persona femminile singolare:

Ich sehe diese Frau besorgt = Vedo questa donna preoccupata

Ich sehe sie besorgt = la vedo preoccupata

PRONOMI RIFLESSIVI

I pronomi personali complemento oggetto (diretto) e di termine (indiretto), cioè rispettivamente declinati all'accusativo e al dativo, vengono utilizzati anche come pronomi riflessivi!

Si guardino gli esempi sottostanti:

Du liebst mich = Tu mi ami (tu ami me) 

Ich wasche mich = Io mi lavo (Io lavo me, me stesso)

Du sagst mir = Tu mi dici   (tu dici a me)

Ich sage mir (selbst) = Io mi dico  (io dico a me, a me stesso)

I pronomi riflessivi cambiano solo alla 3a persona plurale e singolare, dove si usa:

SICH si, a se stesso, a se stessa, a se stessi, a se stesse, ecc.

Questo pronome si usa sia all'accusativo che al dativo:

Er wäscht sich = Lui si lava

Er sagt sichLui si dice

Quest'ultimo pronome "SICH" è usato anche come pronome riflessivo di cortesia. Anche in questo caso ha l'iniziale MAIUSCOLA.

Ricapitolando sul pronome di cortesia...

NOMINATIVO: Sie                                 

ACCUSATIVO: Sie

DATIVO: Ihnen 

RIFLESSIVO: Sich

Il verbo è sempre alla 3a persona plurale!

ATTENZIONE: Come per i normali pronomi personali complemento oggetto e di termine, anche per i pronomi riflessivi vale la regola per cui devono seguire il verbo, e non anticiparlo come in italiano!

Nella lezione 3: PRONOMI PERSONALI 1 è stata presentata l'espressione:

Ich selbst = io stesso

Adesso è possibile spiegare che esiste anche l'espressione:

Mich selbst = me stesso (complemento oggetto)

Mir selbst = a me stesso 

Complemento di termine e nomi propri

In tedesco, quando il complemento di termine è rappresentato da un NOME PROPRIO, viene espresso senza essere preceduto da alcuna preposizione:

Dank Anna = grazie ad Anna

Ich habe Maria gesagt = Ho detto a Maria

Ma in alcune zone della Germania meridionale e in Austria, i nomi propri sono preceduti dall'articolo determinativo come avviene anche in Italia del nord e in Toscana. 

In questi casi, il nome proprio viene trattato come un nome comune, declinando cioè l'articolo determinativo che lo precede. Quindi si può dire:

Dank der Anna

Ich habe dem Lukas gesagt

Presenza di due pronomi complemento

Come è stato già detto, i pronomi complemento (oggetto e di termine) vengono posti DOPO il verbo principale della frase. Se quindi il tempo verbale è composto, vanno subito dopo l'ausiliare:

Du hast mich gesehen = tu mi hai visto

Du hast mir berichtet = tu mi hai riferito

Ma quando sono presenti entrambi, quale dei due va posto per primo? In questo caso, il pronome complemento OGGETTO PRECEDE il pronome complemento DI TERMINE:

Du hast es mir gesagt = tu me lo hai detto

Quando invece sono presenti un complemento oggetto e un complemento di termine non espressi da un pronome accade il contrario: il complemento OGGETTO SEGUE il complemento di TERMINE:

Du hast (dem) Lukas die Geschichte erzählt = Tu hai raccontato la storia a Lukas

Du hast (dem) Lukas über es berichtet = Tu lo hai riferito a Lukas

Quando uno solo dei due è un pronome (oppure uno dei due è un pronome preceduto da preposizione, e quindi non esprime più complemento oggetto o di termine ma un altro complemento), il pronome semplice PRECEDE il complemento normale (o il pronome preceduto da preposizione):

Du hast ihm die Geschichte erzählt = Tu gli hai raccontato la storia

Du hast es (dem) Lukas erzählt = Tu l'hai raccontato a Lukas

Questo perchè i PRONOMI SEMPLICI devono sempre stare VICINO AL VERBO o, in altre parole, hanno la precedenza rispetto ai complementi che non sono pronomi.

BERICHTEN (über + ACC.) = riferire           (l'accento è sulla I)

ERZÄHLEN = raccontare           (l'accento è sulla Ä)

Entrambi sono verbi REGOLARI.

Nelle interrogative

Come è stato spiegato nella lezione 11 (FRASI INTERROGATIVE 1), le domande vengono poste in tedesco invertendo il verbo col soggetto:

Du hast eine schwarze Katze = tu hai un gatto nero

Hast du eine schwarze Katze? = hai un gatto nero?

Che succede, però, se all'interno della frase è presente un pronome personale complemento? In quel caso, il pronome personale complemento viene posto dopo il SOGGETTO, sia quest'ultimo espresso da un pronome, un sostantivo o un nome proprio.

AFFERMATIVA: Du hast mir alles gesagt = mi hai detto tutto

INTERROGATIVA: Hast du mir alles gesagt? = mi hai detto tutto?

Infatti, anche se il soggetto è un nome proprio, la posizione del pronome complemento rimane la stessa:

Hat Helena mir alles gesagt? = Helena mi ha detto tutto?

Allo stesso modo, rimane la stessa quando il soggetto è un sostantivo:

Hat deine Freundin mir alles gesagt? = La tua amica mi ha detto tutto?

Questo perché il pronome complemento non cambia mai posizione quando una frase affermativa viene trasformata in interrogativa.

E se sono presenti due pronomi complemento? Dal momento che non cambiano posizione, le regole sono le stesse spiegate nel paragrafo soprastante:

1) Se vi sono 2 pronomi complemento semplici, il complemento OGGETTO precede quello DI TERMINE

2) Se vi sono 2 complementi non espressi da pronomi, il complemento OGGETTO segue quello di TERMINE

3) Se solo 1 dei due è un pronome semplice, il pronome semplice ha la precedenza sull'altro complemento.

Hast du es ihm gesagt? = Glielo hai detto?

Hast du deinem Bruder dieses Ding gesagt? = Hai detto questa cosa tuo fratello?

Hast du es deinem Bruder gesagt? = Lo hai detto a tuo fratello?

Hast du ihm dieses Ding gesagt? = Gli hai detto questa cosa?

Das DING, -E = cosa, oggetto

Nelle frasi negative

Come è stato detto più volte, i pronomi personali complemento SEGUONO sempre il verbo (o il soggetto della frase nelle interrogative).

Anche nelle frasi negative, in cui si usa l'avverbio NICHT, i pronomi sono posti sempre DOPO IL VERBO, e quindi NICHT viene posto dopo:

Ich sage es dir nicht = Non te lo dico

Ma se i pronomi sono preceduti da una preposizione, NICHT va messo prima:

Ich spreche nicht mit dir = Non parlo con te