Crea sito

LEZIONE 7: LE DECLINAZIONI (2a parte)

Nella lezione 6 (LE DECLINAZIONI 1) sono state presentate le declinazioni degli articoli, assieme a quella degli aggettivi dimostrativi, indefiniti, relativi e possessivi nella lingua tedesca. Si consiglia di riguardarla prima di leggere a proposito di questa.

In questa lezione si parlerà infatti della declinazione dei SOSTANTIVI.

In tedesco i sostantivi normalmente NON SI DECLINANO, in quanto l'articolo o l'aggettivo che li precede è già declinato e quindi da solo dà informazione sul tipo di complemento espresso.

Però...

In alcuni casi il sostantivo deve essere declinato per accompagnare la declinazione dell'articolo (o aggettivo) da cui è introdotto.

Tre sono le declinazioni che si possono avere:

Declinazione forte

Questo tipo di declinazione è seguita dalla maggior parte delle parole tedesche.

Le regole da seguire sono solamente due:

1) I sostantivi MASCHILI e NEUTRI aggiungono una - S o una -ES al GENITIVO SINGOLARE.

ES. Der Hund = il cane ( SOSTANTIVO MASCHILE)

Al genitivo diventa:

Des Hundes = del cane

oppure:

Des Hunds = del cane

ES. Das Jahr = l'anno    (SOSTANTIVO NEUTRO)

Al genitivo diventa:

Des Jahres = dell'anno

oppure

Des Jahrs = dell'anno

Quando si aggiunge S e quando ES?

In realtà, bisogna orientarsi un po' sul suono delle parole: ad esempio, se il sostantivo termina per S al nominativo, è ovvio che bisognerà aggiungere ES per far sentire la S del genitivo. Così come quando il sostantivo al nominativo finisce per D: bisognerà aggiungere ES per ragioni eufoniche, soprattutto se la parola è plurisillabica, e quindi già molto lunga (sarebbe infatti difficile pronunciare una parola molto lunga senza l'ausilio di una sillaba in più, espressa da -ES, per riprendere fiato).

Le regole, tuttavia, possono essere riassunte nel seguente modo:

A) Si aggiunge -S quando la parola è:

- PLURISILLABICA (presenta 2 o più sillabe) TERMINANTE IN -R, L, M o N o una vocale

des Vaters = del padre

des Löffels = del cucchiaio

des Museums = del museo

des Schadens = del danno

des Autos = della macchina

B) Si aggiunge -ES quando la parola è:

- TERMINANTE PER S, SS, ß, X, SCH, TZ e Z (consonanti sibilanti):

des Flusses = del fiume

- PLURISILLABICA TERMINANTE PER D:

des Fahrrades = della bicicletta

C) Si possono aggiungere indiscriminatamente S o ES quando la parola è:

- MONOSILLABICA terminante per R, L, MN o D

des Jahrs/ des Jahres = dell'anno

des Manns/ des Mannes = dell'uomo

des Hunds / des Hundes = del cane

des Pferds/ des Pferdes = del cavallo

- MONO/PLURISILLABICA TERMINANTE CON 2 (O PIU') CONSONANTI (diverse da D e consonanti sibilanti)

des Getränks / des Getränkes = della bevanda

Si ricorda, però, che solo i vocaboli MASCHILI e NEUTRI seguono questa regola: quelli FEMMINILI non si declinano al genitivo!

2) Al DATIVO PLURALE tutti i sostantivi di qualunque genere (MASCHILI, FEMMINILI E NEUTRI) aggiungono una - N:

ES. Die Kinder = i bambini   (NOMINATIVO)

Al dativo plurale diventa:

Den Kindern = ai bambini

Fanno eccezione, ovviamente, i sostantivi che al plurale terminano già per -N. In quel caso, non aggiungono niente.

ES. Die Blumen = i fiori

Den Blumen = ai fiori

Fanno inoltre eccezione i sostantivi che hanno il plurale in -S: anche questi non aggiungono la N.

ES. Die Autos = le auto

Den Autos = alle auto

Quindi, la declinazione degli articoli determinativi ed indeterminativi e dei sostantivi a cui sono relativi, appartenenti alla declinazione forte, è schematizzata come segue:

                 M                                      F                             N                                     PLUR.

N           der/ ein                           die / eine                     das/ein                                      die

A            den/ einen                      die/eine                      das/ein                                      die

D           dem/einem                     der/einer                   dem/einem                                den (+ n)

G           des/eines (+es/s)          der/ einer                des/ eines (+es/s)                  der

Attenzione!

Queste regole sono seguite solo dai NOMI COMUNI. I nomi propri, infatti, si declinano in maniera particolare per formare il complemento di specificazione, che sarà spiegato nelle lezioni successive (vai alla lezione 27: AGGETTIVI POSSESSIVI).

Declinazione debole

In tedesco, alla declinazione forte si aggiunge anche una seconda declinazione chiamata DEBOLE che è seguita solo dai sostantivi MASCHILI

I sostantivi maschili che seguono questo tipo di declinazione sono solo:

- QUELLI TERMINANTI PER -E: es. Affe (scimmia)

- QUELLI MONOSILLABICI CHE ANTICAMENTE TERMINAVANO PER -E: es. Prinz (principe)

- QUELLI DERIVANTI DA PAROLE STRANIERE (DI SOLITO LATINE) CHE HANNO L' ACCENTO SULL' ULTIMA VOCALE: es. Soldat (soldato), Student (studente universitario), ecc. salvo eccezioni.

- QUELLI CHE HANNO IL NOMINATIVO PLURALE IN -EN: es. Hirt, -en (pastore)

Regole della declinazione debole:

- Si aggiunge -EN in tutti i casi tranne che al nominativo singolare;

- Se la parola termina per -E al nominativo singolare, in tutti gli altri casi aggiungerà solo -N.

Si intuisce, quindi, che il nominativo plurale di queste parole sarà sempre in -EN.

Si prenda come esempio Der Hirt = il pastore:

                                    Singolare                 Plurale

                                Der Hirt                     Die Hirten

A                                 Den Hirten                 Die Hirten

D                                 Dem Hirten                Den Hirten

G                                 Des Hirten                 Der Hirten

Si prenda ora come esempio Der Affe = la scimmia:

                                     Singolare                 Plurale

N                                 Der Affe                     Die Affen

                                Den Affen                  Die Affen

D                                 Dem Affen                 Den Affen

                               Des Affen                    Der Affen

Come già detto, i sostantivi maschili che seguono questa declinazione sono solo la minor parte. Nel corso delle lezioni, se un sostantivo maschile segue la declinazione debole sarà segnalato, altrimenti significa che segue la normale declinazione forte (aggiunge cioè una -S o -ES al genitivo singolare e una -N al dativo plurale).

Declinazione mista

Esiste poi una terza e ultima declinazione seguita dai sostantivi MASCHILINEUTRI che è chiamata MISTA perchè presenta caratteristiche in comune con la declinazione FORTE e con quella DEBOLE.

Infatti, le desinenze sono le stesse della declinazione FORTE (s/es al genitivo singolare per i sostantivi MASCHILI e NEUTRI + n al dativo plurale per tutti i sostantivi) ma il plurale di questi vocaboli è in -EN in tutti i casi, come nella declinazione DEBOLE.

Dal momento che le desinenze sono per la maggior parte uguali alla declinazione forte, spesso quest'ultima declinazione non viene considerata. Viene infatti equiparata alla declinazione FORTE, con la sola differenza che il nominativo plurale è in -EN e quindi i sostantivi non prendono la -N del dativo plurale.

Si veda l'esempio:

ES: Das Ohr, -en = l' orecchio

                             Singolare                           Plurale

N                          Das Ohr                             Die Ohren

A                          Das Ohr                             Die Ohren

D                          Dem Ohr                            Den Ohren

                         Des Ohres/s                      Der Ohren

Per ragioni di semplicità, anche in queste lezioni la declinazione mista sarà equiparata a quella FORTE, perciò verranno segnalati solo quei sostantivi MASCHILI che seguono la declinazione DEBOLE.